Stone Age Junior – Giochi Uniti

19,90

2 disponibili

Descrizione

STONE AGE JUNIOR

UNA SIMPATICA AVVENTURA PER PICCOLI CAVERNICOLI


Il gioco si racconta in due parole: lo scopo è di spostarsi lungo determinate zone della plancia per raccogliere merci che poi andremo ad utilizzare per costruire le capanne del nostro villaggio personale. Chi per primo realizza 3 capanne è il vincitore.
Stone Age Junior
, o L’Age de Pierre Junior (questo è il titolo della versione francese di cui vi parlo oggi) è un gioco adatto a giocatori dai 5 anni in su, ed in realtà non è un “piazzamento lavoratori” ma un gioco di percorso che mescola meravigliosamente meccaniche di gestione risorse/set collection (si raccolgono merci che vengono utilizzate per acquistare capanne) e il buon vecchio concetto del memory, in questa occasione brillantemente utilizzato per muoversi tra i vari slot posizionati sul tabellone.

Il setup è ovviamente molto veloce: ognuno prende un “sito villaggio” del proprio colore e posiziona il suo cavernicolo sulla casella di partenza, quella rappresenta da una capanna; si dispongono poi sui vari slot le risorse corrispondenti (cagnolini, zanne di mammut, bacche, vasellame, punte di freccia e pesci, in quantità variabile in base al numero di giocatori); si creano tre pile casuali di 5 capanne l’una e si posizionano negli appositi spazi in basso a sinistra della board; si mettono a faccia in giù lungo i bordi del tabellone i 14 token “foresta”, l’anima del gioco, che riportano sulla faccia nascosta gli 8 luoghi che si possono incontrare lungo il percorso e 6 facce di dado.
Il primo di turno semplicemente girerà un token “foresta” a scelta e sposterà il proprio cavernicolo sullo slot corrispondente; se girerà una faccia di dado si sposterà in senso orario di tanti slot quanto è il risultato raffigurato sul dado, se ad essere rivelato sarà un luogo invece ci andrà direttamente. Una volta giunto sullo slot potrà raccogliere la risorsa presente.Siamo pronti a giocare.

Due sono le caselle speciali (oltre a quella centrale che rappresenta sia il punto di partenza che quello dove tornare ogni volta che si vuole realizzare una capanna), ovvero lo slot raffigurante il cagnolino, che permette di recuperare una tessera jolly utilizzabile in sostituzione di qualunque risorsa, e lo slot denominato luogo del baratto nel quale sono poste inizialmente una risorsa per tipo (1 zanna, 1 punta di freccia, 1 bacca, 1 vaso ed 1 pesce) e giungendovi si possono scambiare  merci dal proprio villaggio con quelle presenti, basta che alla fine del baratto lo slot contenga ancora 5 merci.

Ogni capanna riporta indicate le richieste che devono essere soddisfatte per essere realizzata; quando avrete accumulato abbastanza merci per poterne costruire una non dovrete far altro che tornare alla casella di partenza, pagare i beni richiesti (rimettendoli sugli slot di appartenenza) e inserire la capanna acquistata nel vostro personale villaggio.
E qui inizia il bello!

Tornare al villaggio non è così semplice e scontato come sembra!

Infatti a questo punto tutti i token foresta rivelati fin qui vanno rigirati a faccia in giù, inoltre il giocatore di turno potrà scambiare di posizione due di loro, tanto per confondere ancora un po’ le idee agli avversari.

Questa operazione si ripete ogni volta che viene rivelato il token capanna o che qualcuno ci finisce sopra, indipendentemente dal fatto che venga costruita o meno una capanna.

Come avrete capito il meccanismo di movimento è il punto focale del gioco.

Non si tirano dadi, non c’è nessuna carta da giocare, non si hanno a disposizione punti movimento, ci si muove semplicemente sfruttando le proprie doti di memoria, cercando di raggiungere i siti di raccolta più utili nel più breve tempo possibile.

Usando un pizzico di malizia ci si può anche divertire a mettere i bastoni tra le ruote agli altri giocatori, ad esempio rivelando qualche token foresta a noi inutile giusto per impedire che finisca nelle mani di un avversario.

Tirando le somme direi che Stone Age Junior. è un ottimo family game.

Si distingue per essere un gioco davvero godibile in cui concentrazione, memoria ed attenzione alle mosse degli avversari sono le armi migliori per vincere la partita.
Tentando un paragone ardito si potrebbe dire che in questa versione Junior ci sia addirittura meno alea che nello Stone Age vero!

La confezione ha un contenuto molto ricco, robusto cartoncino e tanto legno colorato la fanno da padroni. I materiali sono robusti e ben realizzati e le illustrazioni molto simpatiche ed accattivanti.

Questo titolo si gioca in neanche 20 minuti e, per quello che è la mia esperienza, vedrete che in men che non si dica vi troverete a fare già la seconda partita 🙂